MICROMIC-BIOMEDICAL SERVICE SRL

BIOMEDICAL SERVICE SRL

MICROMIC

  

 

Copia_di_BMS_Micro_New_180 Copia_di_BMS_Micro_New_226

Copia_di_BMS_Micro_New_186






 

E' equipaggiato con un braccio di pipettamento e un braccio robotico per la movimentazione di piastre e provette.

Il braccio di  pipettamento può muoversi e compiere operazioni quali aspirazione, dispensazione di liquidi in modo indipendente sia da provette sia da micropiastre.

Il braccio robotico è in grado di movimentare micropiastre di qualsiasi tipo e racks con vials e provette.

Il braccio di pipettamento (LiHa) utilizza la tecnologia di pipettamento ad aria che permette di aspirare e dispensare  un range di volumi molto ampio (da 0.5 a 1000 mL). Ogni canale è protetto internamente da un filtro in linea che previene l'ingresso accidentale del liquido nel canale di pipettamento. L'opzione Low DiTi Eject permette di scartare i puntali monouso utilizzati in una posizione chiusa dedicata, posta al di fuori del piano di lavoro.

La piattaforma è dotata di sensore di livello di tipo capacitivo, l'utilizzo del quale è facoltativo e può essere escluso in ogni momento mediante il software. La piattaforma è in grado di riconoscere la superficie del liquido e di seguirne le variazioni del livello durante l'aspirazione. La sensibilità del sistema è controllata mediante il software Freedom EVOware, ed è tale da permettere la rilevazione di un volume inferiore a 50 mL di DMSO o altri liquidi conduttivi in micropiastre a fondo tondo. Inoltre la piattaforma è dotata di sensori pressometrici (PMP): l'opzione PMP (Pressure Monitored Pipetting) permette di registrare le variazioni di pressione durante tutta la fase di pipettamento e di comparle con le curve modello in tempo reale. Deviazioni da questi modelli generano messaggi di errore, che possono essere gestiti in maniera pre-definita o richiedere l'intervento dell'operatore. Questa opzione funziona solo per i canali indipendenti e permette di controllare l'effettiva aspirazione della soluzione dalla sorgente e la relativa dispensazione della stessa nella piastra di destinazione. Qualora il liquido da aspirare sia volatile il sistema PMP, durante il monitoraggio della fase di aspirazione e dispensazione, è in grado di rilevare possibili gocciolamenti del liquido.

La piattaforma ha in dotazione: racks per l'alloggiamento di vaschette e provette, racks dedicati per i puntali monouso da 1000 µl e racks per le micropiastre.

Il braccio robotico RoMA trasporta le micropiastre dall'apposito rack alla posizione di pipettamento e infine al lettore Sunrise.

Il lettore di barcode viene utilizzato per leggere il codice a barre delle micropiastre e viene controllato da un driver di EVOware.

Per mantenere stabile lo 0,5 McF la piattaforma è dotata di una posizione refrigerata (Torrey Pines): la temperatura viene regolata da EVOware con un range di temperatura variabile da -10°C a + 100°C.

Per leggere le micropiastre è presente sulla piattaforma il lettore di assorbanza Sunrise.

 

 

Il Freedom EVO 100 è in grado di:

·         misurare l'assorbanza di luce (densità ottica) delle sospensioni batteriche;

·         a partire dalla micropiastra del pre-inoculo eseguire, ove necessario, le opportune diluizioni al fine di ottenere una sospensione batterica di torbidità pari a 0,5McF;

·         trasferire la sospensione così ottenuta in specifici brodi di coltura, secondo i protocolli relativi all'esecuzione dei test dell'antibiogramma;

·         dispensare i brodi inoculati nelle micropiastre contenenti concentrazioni scalari di diversi antibiotici per l'esecuzione dell'antibiogramma secondo il metodo della microdiluizione in brodo;

·         effettuare la lettura e l'interpretazione degli antibiogrammi.